Studio Certificato Sistema Qualità ISO9001
Commercialisti, Consulenti del Lavoro ed Avvocati
20 professionisti e 30 collaboratori qualificati al servizio delle imprese
Maggio 2021

Al giorno d’oggi lavorare sul web è diventato imprescindibile. Sempre più realtà commerciali si diffondono online, in quanto i costi da sostenere sono minori ma soprattutto si vende in tempi molto rapidi.

Può sembrare semplice e privo di risvolti in termini di adempimenti, tuttavia contabilmente la gestione dei venditori online richiede specifiche accortezze.

Per questo, in tema e-commerce, bisogna a maggior ragione prestare la dovuta attenzione alla gestione degli adempimenti contabili e fiscali.

Il venditore per esempio resta in ogni caso assoggettato a tutti gli obblighi formali e sostanziali disciplinati dalla normativa iva: la rilevazione dei corrispettivi, delle fatture di vendita, il versamento dell’iva, la conservazione della documentazione.. analizziamo nel dettaglio alcune particolarità.

Nelle vendite fatte tramite il portale Amazon, ad esempio, il “colosso” ormai da un anno emette le fatture verso gli utenti finali nazionali per conto deli venditori che fruiscono della piattaforma. Amazon assolve l’obbligo di invio della fattura al circuito elettronico ed agevola il venditore che dovrà solamente scaricarla dal proprio account o dalla sezione dedicata alle fatture elettroniche sul sito dell’Agenzia delle Entrate per la rilevazione ai fini iva. Oltre agli aspetti fiscali questo adempimento “automatizzato” gestito dalla piattaforma è premiante per il venditore in base all’algoritmo che favorisce l’incremento delle vendite.

Per le fatture estere invece esiste ancora il doppio binario gestito autonomamente dal venditore senza il supporto della piattaforma: è possibile infatti emettere ed inviare la fattura elettronicamente, seguendo le istruzioni ad hoc dell’Agenzia oppure emetterle in modalità cartacea, inviando però trimestralmente l’esterometro, l’adempimento introdotto nel 2020 al fine di comunicare all’Agenzia delle Entrate gli scambi in essere con l’estero.

Tutto quello che invece si incassa con Amazon, e per il quale non viene richiesta fattura, è un corrispettivo.

Per il commercio elettronico non c’è obbligo di certificare i corrispettivi tramite i registratori di cassa; è necessario però annotare le vendite giornaliere in un registro dei corrispettivi, le cui pagine devono essere numerate in maniera progressiva, conservate e rese disponibili in caso di ispezioni o verifiche. E’ opportuno che l’incasso venga distinto per aliquota e per Paese di destinazione, per verificare le soglie di vendita intracomunitaria da non superare. 

In caso contrario, è necessario il rappresentante fiscale in quel Paese e non è possibile assoggettare la vendita ad aliquota iva italiana del 22%. Le vendite effettuate e suddivise per paese di destinazione quindi vanno periodicamente controllate per evitare errori e/o conseguenze e sanzioni.

Sul tema a breve entrerà in vigore il regime Moss che cambierà radicalmente tutto l’approccio in essere ad oggi.

Dal punto di vista contabile, chi si trova in regime semplificato o forfettario non è soggetto ad ulteriori adempimenti; le società invece in contabilità ordinaria devono registrare come di consueto i movimenti bancari, tra i quali anche l’incasso Amazon, che ogni 15-20 giorni bonifica gli ordini di un determinato arco temporale. Per la corretta rilevazione, è sufficiente estrapolare dal proprio account il riepilogo del bonifico, ove si evince il dettaglio degli ordini pagati, di eventuali resi e delle commissioni.

Il mondo dell’e-commerce e la normativa stessa sono in continua evoluzione. Gli adempimenti fiscali legati ad un’attività e-commerce sono particolari, e se non si è esperti in campo si rischia di commettere errori. Per questo, entra in campo la figura del professionista che, in un mondo che corre veloce, deve essere in grado di supportare questo specifico business del cliente per il quale servono specifiche competenze.

Hai bisogno di Consigli o Assistenza?

Conosciamoci in un primo appuntamento gratuito o richiedi una consulenza

 

I cookie rendono più facile per noi fornirti i nostri servizi. Con l'utilizzo dei nostri servizi ci autorizzi a utilizzare i cookie.
Maggiori informazioni Ok